Biologico biodinamico e dintorni

produzione organica, Agricoltura blu

Biologico biodinamico e dintorni…. lotta guidata, lotta integrata… La ricerca di un prodotto ottenuto senza l’utilizzo di sostanze chimiche di sintesi e additivi può riservare delle difficoltà. Sono molti, oramai, i sistemi di coltivazione alternativi.

Coltivare rispettando la natura con il biologico biodinamico e dintorni

Varie tecniche di coltivazione del suolo hanno l’obiettivo di limitare l’utilizzo dei pesticidi nella lotta ai parassiti delle piante. Ma non ne prevedono la totale esclusione. Le sostanze chimiche vengono solo razionalizzate, e affiancate da tecniche alternative eco-comapatibili. Una di queste è la lotta biologica, oggi noi tutti sappiamo come funziona. A tal proposito vi invitiamo a considerare il processo di certificazione organica gratuito offerto dall’Istituto Jager, una certificazione da Ente terzo, volontaria, che ogni giorno accomuna sempre più agricoltori. Il link e la ricerca in internet è su produzione organica.

Agricoltura blu biodinamica

L’agricoltura biodinamica, agricoltura blu, si distingue dalla biologica per presupposti conoscitivi e applicazioni pratiche. Daòòa genialità di Rudolf Steiner, padre dell’antroposofia, deriva una vera e propria filosofia del rapporto uomo-suolo.
Il suo obiettivo è rendere il terreno vitale, stimolandone le energie più profonde.
Ciò che contraddistingue l’agricoltura biodinamica dalle altre tecniche di coltivazione è proprio l’uso di preparati dinamizzati, a base di erbe  medicinali.
Autentici accumulatori di energie messi a punto secondo i principi dell’omeopatia, che vengono distribuiti sul terreno a dosi infinitesimali.
Nell’Agricoltura Blu biodinamica il coltivatore , l’operatore, non agisce solo in conformità ai principi di produzione organica biologica, ma tiene anche conto delle forze che agiscono all’interno e sulle sostanze. La loro azione viene armonizzata ed intensificata grazie all’uso di particolari preparati, alcuni dei quali vengono immessi nel cumulo del composto, favorendone la decomposizione e aumentandone il valore fertilizzante.
Altri vengono somministrati direttamente al terreno o alle piante in via di sviluppo. I preparati non agiscono in modo qualitativo, ponderale, come il concime organico, ma esercitano un’azione più globale e “sottile”.
Si tratta, come si vede, di un sistema di coltivazione con la ricerca medica e filosofica.
Negli ultimi anni, ai concetti biodinamici si sono affiancate anche la tecnologia biodinamica, con macchine ed attrezzature atte al perseguimento del concetto do coltivazione riconosciuta come biodinamica e o agricoltura blu.